MMA (Mixed Martial Arts)

“Prendi ciò che ti è utile e da lì progredisci.” (Bruce Lee)

Le MMA moderne nascono in Brasile, conosciute inizialmente come Vale Tudo, e diventano popolari a livello mondiale dagli anni ‘90 con i primi tornei americani UFC dove combattenti di diversi stili si affrontano per individuare l’arte marziale o lo sport di combattimento più efficace.

La necessità di mettere in pratica le tecniche rivoluziona il mondo delle arti marziali e degli sport da combattimento, e diventano sempre più popolari le discipline che prevedono competizioni agonistiche.

Oggi le MMA sono lo sport da combattimento a contatto pieno più completo esistente. È infatti possibile combattere sia a terra sia in piedi, con l’utilizzo di tecniche sia di grappling (ribaltamenti a terra, strangolamenti, leve articolari) sia di striking (pugni, calci, gomitate, ginocchiate).

Sono praticate con calzoncini corti, maglietta attillata (rash guard) e protezioni (caschetto, paratibie e guantini che permettono di afferrare l’avversario). Benché le MMA siano uno sport regolato e che, come tale, dà priorità all’incolumità dei praticanti, l’uso di guantini sottili le avvicina molto al combattimento da strada a mani nude e possono essere quindi un approccio realistico alla difesa personale.

Si ringrazia Silvia Scampini per i testi